Skip to main content
Press

Nel Requiem di Mozart la forza di un lutto che si fa universale
Giornale di Brescia

Con il Festival pianistico e i Virtuosi Italiani diretti da Pier Carlo Orizio la memoria della Strage.
BRESCIA. Dopo tre giorni dalla strage di piazza della Loggia, il 1° giugno 1974, il Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo rendeva omaggio alle vittime con un concerto. Da allora, per cinquant’anni il rito che unisce musica e impegno civile si è ripetuto senza interruzioni e si è rinnovato ieri sera, in una chiesa di San Francesco affollatissima, con l’orchestra dei Virtuosi Italiani diretta da Pier Carlo Orizio e l’ensemble vocale Continuum condotto da Luigi Azzolini.

Il concerto si è affidato a Mozart per trasfigurare il dolore in bellezza, con due opere tra le più significative del repertorio sacro del compositore salisburghese. L’Ave Verum Corpus, eseguito in apertura, compendia in sole 46 battute l’arte del Mozart maturo, con Il direttore. Pier Carlo Orizio
la ricercata struttura polifonica che non interferisce con una spontaneità, un’immediatezza espressiva ben resa dagli interpreti, che hanno fatto respirare le parole della preghiera in un discorso musicale asciutto, essenziale. […]
29 maggio 2024